S. Ilario, il sindaco Brizzi: dall'assemblea del 5 gennaio energia e fiducia per continuare il nostro percorso

2018-01-16 13:35:00 politica

N-Pasquale-Brizzi.jpg

Egregio Direttore,

La ringrazio per la disponibilità e lo spazio accordatomi.

In relazione ad articoli e opinioni dei cittadini apparsi sulla testata da Lei diretta, e nel pieno rispetto dell'altrui pensiero, mi preme chiarire alcune cose molto importanti.

Prima di tutto, sarebbe superfluo sottolinearlo, a differenza di quanto sostiene nella lettera a Lei inviata il cittadino Rocco Panetta, la nostra comunicazione istituzionale è improntata all’assoluta correttezza e trasparenza, in piena coerenza con la nostra azione amministrativa. Laddove il sig. Panetta scrive di manipolazioni sulla comunicazione, in relazione all'assemblea pubblica del 5 gennaio 2108, e nello specifico riguardo al passaggio in cui si dice del sostegno alle nostre recenti azioni amministrative da parte della maggioranza dei cittadini presenti (e sottolineo maggioranza, come da noi correttamente riportato), non solo esterna accuse del tutto false, ma contraddice altresì lo stesso pensiero dell’avv. Elena Gratteri, al cui articolo il sig. Panetta ha espresso il proprio apprezzamento.

Riporto testualmente quanto scritto da Elena Gratteri nell’articolo in questione: "(…) Pertanto abbandonando l'idea di dimettersi, forti anche del sostegno dei cittadini che nel corso dell'assemblea li hanno invitati ad andare avanti, il sindaco e il consiglio comunale… (…)".

INVITATI e non, come sostiene Panetta, tacciati con un "adesso non vi permettete di muovervi da lì", pensiero di cui non si capisce neppure bene il senso, né chi lo abbia espresso. Ma se con ciò intende maldestramente dire che alcuni cittadini hanno chiesto che non "ci lavassimo le mani" di fronte all'emergenza che ha investito il nostro Comune, con molta serenità posso ribadire che né io né gli altri amministratori avevamo in mente nulla di tutto ciò, anzi eventuali dimissioni erano state prese in considerazione solo ed esclusivamente come estremo atto di protesta nei confronti di istituzioni assenti e sorde che hanno abbandonato un Comune reso immobile dalle note vicende relative all'operazione contro l'assenteismo.

La maggioranza dei cittadini, nell'assemblea in questione, lo ha ben capito e ci ha chiesto di andare avanti e, se necessario, di affiancarci in eventuali azioni di protesta, in pieno spirito di collaborazione. Se Panetta avesse avuto la bontà di attendere la fine dell'assemblea o di leggere fino in fondo l'articolo di Elena Gratteri si sarebbe reso conto di come sono andate le cose su questo punto.

Vorrei spendere ora due parole anche in relazione alle assemblee pubbliche e agli incontri con i cittadini, che nell'articolo si dice siano inesistenti o quasi.

Riteniamo le assemblee un prezioso strumento di confronto e democrazia, quindi abbiamo ripetutamente invitato i cittadini a incontri pubblici; in particolare, elenco qui di seguito quelle degli ultimi anni. Abbiamo indetto assemblea pubblica per: discussione del piano strutturale, con la relativa consegna dei questionari per avere un contribuito attivo e positivo da parte dei cittadini sul documento principe per lo sviluppo urbanistico per i prossimi 25/30 anni; progetti sull'immigrazione; misure per la viabilità post alluvione; incontro su temi generali con i cittadini. Abbiamo inoltre discusso anche in sedute di consiglio aperto sul problema della Caserma dei Carabinieri. Inoltre, coerenti con il nostro programma politico-amministrativo, in ossequio alla trasparenza non ostentata ma concretamente applicata, abbiamo istituito lo sportello del cittadino aperto due volte alla settimana con la costante presenza di un consigliere.

Dall’assemblea del 5 gennaio, grazie a tantissimi cittadini che hanno a cuore la nostra cittadina, abbiamo tratto energie e fiducia per continuare il nostro percorso amministrativo con maggiore slancio, e con la serietà, la coerenza e la responsabilità di sempre, in un momento particolarmente difficile per la vita amministrativa del paese. Questo è il dato significativo, questo per noi è importante.

  

Cordiali saluti,

Pasquale Brizzi,

sindaco di Sant’Ilario dello Ionio

News collegate