Prefettura, presentato registro tumori. A Reggio, in tre anni, oltre 8mila casi di tumore maligno. Ecco le cifre

2018-02-08 18:43:00 attualità

2Q==

Si è svolta, nella mattinata odierna, con inizio alle 10, nel Salone di rappresentanza del Palazzo del Governo, la cerimonia di presentazione del Registro Tumori istituito dalla locale Azienda Sanitaria Provinciale e del Rapporto 2018 sull’incidenza dei tumori nella provincia di Reggio Calabria.

Alla manifestazione hanno partecipato rappresentanti delle Istituzioni regionali e locali, della Magistratura, i Vertici delle Forze di Polizia, dell’Azienda Sanitaria Provinciale, del Grande Ospedale Metropolitano e del mondo dell’associazionismo.

Il Prefetto, in apertura, ha sottolineato l’importanza del Registro come strumento di programmazione sanitaria ai fini delle politiche di prevenzione e di assistenza socio- sanitaria. “Il Registro – ha dichiarato di Bari – rappresenta la via maestra da percorrere per l’individuazione di azioni migliorative a tutela del diritto della salute dei cittadini”.

Il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale, dr. Brancati, nel suo intervento ha evidenziato che con l’accreditamento del Registro all’Associazione Nazionale dei Registri dei Tumori (AIRTUM) è stata raggiunta la copertura quasi totale della registrazione della casistica oncologica in Calabria. Ha affermato, altresì, che il Registro rappresenta una “risposta alle numerose richieste di informazioni sullo stato di salute della popolazione” provenienti dal mondo istituzionale e dall’associazionismo, fortemente preoccupati anche per la possibile correlazione tra l’insorgenza della patologia tumorale e l’esposizione ad agenti inquinanti.

D’interesse sono stati gli interventi del dr. Paolo Contiero, Rappresentante dell’AIRTUM e della dr.ssa Filomena Zappia, responsabile del Registro Tumori dell’Azienda Sanitaria, che hanno illustrato a grandi linee i dati contenuti nel Report 2018.

In provincia di Reggio Calabria, dal 2010 al 2012, sono stati diagnosticati 8.155 nuovi casi di tumore maligno. Il 55,2% tra i uomini e il 44,8% fra le donne.

I tumori più frequentemente diagnosticati agli uomini sono, nell’ordine, quello alla prostata, del colon e del retto, del polmone, della vescica e del distretto testa collo.

Per le donne spicca quello alla mammella, ma anche alla tiroide, al corpo dell’utero ed allo stomaco.

Ma c’è anche una particolarità: i casi di tumore registrati in provincia di Reggio Calabria sono più bassi rispetto alla media nazionale – 15% e del Sud Italia, -5% fra gli uomini e 4 fra le donne. L’età in cui la patologia si manifesta è soprattutto quella dopo i 70 anni, ma alta è la fascia compresa fra i 50 ed i 70. E le cifre sulla mortalità parlano chiaro: in tre anni si sono registrati 3868 decessi.Concludendo, il Prefetto ha osservato che il Registro Tumori rappresenta “ un punto di partenza per orientare la sanità pubblica sulle priorità del territorio e una pietra angolare su cui contare per realizzare strategie mirate non solo in termini di sorveglianza sanitaria e di prevenzione, ma anche per verificare l’efficacia delle misure terapeutiche”.

News collegate