Ospedale Riuniti di Reggio Calabria. Via Cardinale Portanova - intralcio alla viabilità, mezzi di pubblico soccorso

2018-06-01 18:35:00 attualità

2Q==

Di Vincenzo Crea del Comitato Oliveto e Ancadic - Nel contesto della segnalazione del 11 agosto 2016, diretta anche ad alcune Istituzioni ministeriali e al Sindaco del Comune di Reggio Calabria, riguardante criticità presso gli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, si poneva fortemente in evidenza anche problematiche riguardanti la viabilità all’uscita della Ss 106 fino all’Ospedale Riuniti di Reggio Calabria.

Invero si rappresentava la necessità di realizzare una corsia preferenziale per i mezzi di pubblico soccorso, ambulanze ecc, alle uscite di Portanova Nord e Portanova Sud, atteso che un’ ambulanza fa prima a raggiungere il Pronto Soccorso partendo da Lazzaro, percorrendo la Ss 106 per circa 20 chilometri che dall’uscita di Reggio Calabria Portanova Sud percorrendo la rampa stradale per circa 300 metri.

Orbene per rendere più fluido il transito veicolare sono state situate delle fiorere sulla strada in uno spazio davanti all’entrata della rampa dell’ospedale, ove posteggiavano i veicoli creando intasamento alla circolazione stradale.

Orbene tale misura, da noi apprezzata e pienamente condivisibile, non si è rivelata idonea per la risoluzione del problema viabilità,  atteso che alcuni automobilisti  sfidando le Istituzioni continuano a parcheggiare i veicoli a ridosso della fiorera. Ciò determina un maggiore  restringimento della strada dovuto anche alla presenza dei veicoli parcheggiati sulla destra della via Portanova direzione mare/monte.

Tale stato di fatto non garantisce la regolare transitabilità veicolare, si allungano i tempi di percorrenza, in particolare delle ambulanze determinando ritardi nei soccorsi che talvolta potrebbero avere conseguenze tragiche, i minuti sono preziosi quando si tratta di salvare una VITA.

Il problema va risolto immediatamente, spetta alle competenti Istituzioni studiare  le soluzioni. L’ospedale andrebbe delocalizzato, ma in attesa di una decisione delle Istituzioni  competenti, a nostro avviso non dovrebbe mancare un servizio di polizia stradale, se non permanente, quantomeno con frequenti sopralluoghi durante la giornata.

Con l’occasione si deve segnalare che oggi, la fermata dell’ATAM è situata alle spalle del vecchio ospedale, in via Giuseppe Melacrino, tra l’altro non a tutti nota. Visto che l’entrata principale dell’ospedale è in via Cardinale Portanova, appare opportuno istituire anche in quell’area una fermata pubblica, facendo sì che i mezzi pubblici urbani raggiungano la vicina località di Spirito Santo.

Gli abitanti frontistanti all’ospedale raccontano che molti anni addietro nell’area davanti all’entrata principale dell’Ospedale vi era la fermata pubblica, visto che il parcheggio dei veicoli intralciava il traffico si è preferito, a loro dire, rimuove la fermata, anziché i mezzi parcheggiati. Gli stessi abitanti mi hanno riferito di aver sollevato più volte il problema viabilità agli uffici comunali anche in considerazione delle difficolta di accedere alle aree di loro proprietà.  

Sono stati interessati: il Sindaco del Comune di Reggio Calabria, la Città Metropolitana di Reggio Calabria – Settore 12 - Viabilità - Trasporti - Catasto Strade – APQ, Il Comando Polizia Municipale di Reggio Calabria, l’Assessorato alla Polizia Urbana, dott. Antonino Zimbalatti e S.E. il Prefetto di Reggio Calabria.

News collegate