Operazione "Malanova": decisive le intercettazioni e i sistemi di videosorveglianza

2018-03-16 10:27:00 cronaca

Z

Decisive per far luce sul delitto dell’ottantenne reggina si sono rivelate le intercettazioni disposte dalla Procura della Repubblica e le immagini dei sistemi di video sorveglianza esaminate dagli investigatori della Polizia di Stato. L’accurata analisi delle immagini riprese dalle telecamere situate nelle vie circostanti al condominio dove era stata commessa la rapina, consentiva alla Polizia di rilevare alcuni passaggi sospetti di due autovetture in uso a BERLINGERI Massimo e a BEVILACQUA Benito Alessandro e CARISTO Patrizia che quel pomeriggio avevano pattugliato a lungo la zona fino al momento in cui avevano incrociato la vittima mentre stava rientrando a casa dalla messa. Parallelamente, l’attività di intercettazione telefonica ed ambientale e di georeferenziazione dei dati tecnici consentiva di acquisire ulteriori elementi utili a corroborare il quadro indiziario a carico dei tre indagati.

L’inchiesta della Procura della Repubblica di Reggio Calabria fa luce su una serie di reati predatori posti in essere dai soggetti arresti per l’omicidio preterintenzionale e la rapina alla donna anziana. Dalle indagini svolte dalla Polizia di Stato è emerso che due indagati erano quotidianamente dediti alla consumazione di rapine su strada, furti e scippi nella zona sud della città, prendendo di mira soggetti deboli (anziani e donne), di cui studiavano le abitudini, gli stili di vita e i loro movimenti, prima di compiere l’azione delittuosa. Molti colpi sono stati sventati dalla Polizia prima che venissero portati a compimento dai rapinatori. 

News collegate