L'Istituto scolastico Radice Alighieri di Catona sarà consegnato il prossimo 28 settembre.

2018-09-14 19:59:00 attualità

9k=Le aule dell’istituto comprensivo scuola Radice Alighieri di Catona saranno consegnate alla direzione scolastica il prossimo 28 settembre.

A partire dal 28 settembre le aule scolastiche rientreranno nella disponibilità della scuola Radice- Lombardo di Catona.

Lo annuncia il consigliere delegato del sindaco Falcomatà all’edilizia scolastica Nicola Paris.

“Avremmo voluto consegnare i locali destinati alla didattica già dal primo giorno di scuola - afferma Nicola Paris - chiediamo perciò ancora qualche giorno di pazienza comprendendo i disagi a cui le famiglie e gli studenti per anni sono andati incontro".

“Purtroppo come comunicato dal Rup del cantiere – continua Paris - si sono verificati dei ritardi nella fornitura di alcuni materiali legati all’impiantistica a causa dello stop forzato a cui le ditte vanno incontro nel mese di agosto”.

“Avvenute le consegne del tutto a inizio settembre - conclude Paris - le lavorazioni sono riprese, la direzione lavori sta imponendo una accelerata per colmare i ritardi del cronoprogramma, con termine al 28 settembre. Ringrazio la dirigente scolastica Simona Sapone e il comitato dei genitori per la interlocuzione, la pazienza e condivisione di un percorso importante, portato avanti in sinergia con il consigliere Enzo Marra, le assessore Irene Calabrò e Anna Nucera. Un particolare ringraziamento va all’ufficio tecnico e ai dipendenti del settore edilizia scolastica e al dott. Uccio Mazzeo che ha seguito per lo staff del sindaco Falcomatà l’iter che consegna alla città un plesso moderno e un luogo sicuro dove formarsi”.

La struttura scolastica è stata infatti riqualificata con attrezzature e materiali tecnologici moderni, impianti termici ed elettrici rinnovati, aule dotate da un proprio servizio igienico, plafoniere nuove, postazioni per laboratori multimediali. Le lavorazioni proseguiranno per completare gli uffici amministrativi e il parcheggio esterno con spazi riservati ai docenti, ai disabili e all’ingresso dell’autoambulanza.

News collegate