LeAli Per Villa: «Sicurezza delle scuole: è una priorità ma non va strumentalizzata per fare campagna elettorale»

2018-02-21 18:43:00 politica

9951caf811f643b69851dfd5333d1fa9.jpg

La sicurezza delle scuole e dei nostri figli è stata sempre una priorità per la coalizione “LeAli per Villa”. In questi mesi abbiamo continuato a lavorare in silenzio occupandoci, fin dall’insediamento del commissario Vittorio Saladino, in particolare, della scuola elementare di Pezzo. Reputiamo inutile e strumentale fare campagna elettorale sui problemi della nostra città.

I 5 stelle non si smentiscono, sperano di cavalcare qualunque malumore pur di racimolare qualche voto. Questo non vuol dire che non abbiamo a cuore la sorte dei plessi scolastici villesi o dei nostri bambini, o che noi non siamo solidali. Anzi, va chiarito che l’opera di transazione con la ditta responsabile dei lavori della scuola “Don Milani” è stata avviata da più mesi per evitare contenziosi. Sulla vicenda abbiamo interessato il commissario e l’ufficio tecnico chiedendo, appunto, che il ritardo accumulato in questi anni non fosse vano e, soprattutto, che s’intervenisse per non mettere a rischio l’ennesimo anno scolastico.

Non abbiamo mai trascurato l’emergenza legata alle strutture scolastiche. Non servono comunicati stampa e attacchi strumentali per ottenere i risultati. Ci siamo adoperati e, grazie al lavoro impeccabile del commissario Saladino, si è finalmente arrivati a questa transazione che consentirà non solo la ripresa dei lavori ma anche di non sprecare e vanificare il tempo perso. Le nostre scuole sono una priorità non solo per i nostri figli ma anche per l’indotto che esse generano sul territorio. Proprio per questo non consentiamo a nessuno di speculare o, peggio ancora, fare campagna elettorale su realtà delicate che tutta la comunità villese vive quotidianamente. La nostra è sempre stata una politica del “fare”, non del parlare o, peggio ancora, una politica che monta la protesta senza mai proporre una soluzione. Villa ha bisogno di certezze, di stabilità e, soprattutto, di risposte. Stiamo lavorando per questo e non per acchiappare voti per le elezioni politiche alle porte. Chi ha a cuore il bene della nostra città non dovrebbe consentire di strumentalizzare così una protesta legittima di cittadini, di padri e madri stanchi di non avere risposte.

Adesso sta a noi lavorare affinché il lavoro svolto fin qui non venga vanificato dalle chiacchiere inutili di chi sta lesinando voti.

News collegate