Guerra aperta in Forza Italia, D'Ascoli e Dattola: «Solite furberie, bisogna ripartire da zero»

2018-05-11 17:02:00 politica

9k=

Continuiamo a rimanere basiti e stupiti di fronte al perseguimento di questa vera e propria politica dell’esclusione di cui riteniamo sia vittima Forza Italia, ma di fronte all’ennesima incomprensibile azione non possiamo tacere il nostro totale disappunto. La conferenza stampa prevista oggi pomeriggio nella quale, in solitaria presenza dell’ On. Cannizzaro, il Consigliere Comunale Pasquale Imbalzano annuncerà il suo passaggio al gruppo di Forza Italia è l’ulteriore plastica dimostrazione, semmai ce ne fosse bisogno, che nel nostro Partito si sia completamente perso il senso delle cose. È quanto dichiarano in una nota i Consiglieri Comunali di Forza Italia Giuseppe D’Ascoli e Luigi Dattola.

E’ grave, continuano i Consiglieri, che si sia organizzata una conferenza stampa, oltretutto in un luogo che non è quello naturale visto che sarebbe stato più logico ospitarla presso il Palazzo Comunale, rispetto alla quale si annuncia la presenza del gruppo di Forza Italia, senza che i medesimi consiglieri del gruppo, pur se invitati, siano mai stati coinvolti. E’ grave che l’incontro che andrà in scena oggi pomeriggio sia stato realizzato senza i vertici regionali del Partito visto che ad esempio non è stato coinvolto l’unico Vice Coordinatore Regionale di Reggio Calabria On. Nino Foti, ed è ancor più grave che, a tal proposito, la Coordinatrice Regionale On. Santelli non abbia espresso una posizione, quasi come se la sua silenziosa assenza fosse un tacito lasciapassare ad una non meglio specificata strategia in realtà chiara già a tutti. Siamo estremamente rammaricati inoltre nel constatare che neppure gli altri eletti di Forza Italia alle ultime elezioni politiche nel nostro territorio, il Sen. Marco Siclari e l’On. Maria Tripodi, che si stanno costantemente impegnando per il Partito, siano stati minimamente considerati. Non ne capiamo francamente il senso, ma ci auguriamo che gli stessi possano prendere una chiara posizione in merito a questi atteggiamenti a dir poco scorretti.

E non capiamo francamente, aggiungono i Consiglieri Comunali, il senso di un evento pubblico per annunciare un passaggio politico quando nulla è stato detto riguardo alla diaspora che da qualche tempo sta attraversando Forza Italia, né un momento di confronto, come dovrebbe essere normale in ogni istituzione che rispetta i principi democratici, né un’uscita pubblica utile a dare una

spiegazione o quantomeno una presa di posizione. Né tantomeno è stata fatta qualcosa per porre fine a questa continua fuga, anzi, si continua a nascondere la testa sotto la sabbia e ad usare continuamente “furberie” e “trucchetti vari”, esattamente come quello di oggi pomeriggio, come specchio per le allodole, col solo fine di raccontare alla stampa un’altra realtà.

E’ chiaro che, concludono D’Ascoli e Dattola, per il bene del Partito e in rispetto a quella Forza Italia che ha voluto Silvio Berlusconi dove il rispetto e la libertà costituiscono principi cardine, di fronte a tanto non possiamo permetterci di abbassare la testa accettando tutto supinamente. Continueremo costantemente a portare avanti le nostre battaglie e a chiedere un cambio di passo, perché la nostra posizione rappresenta un punto fermo, un argine a questa deriva fatta di divisioni, contrasti, finzioni e paradossi, un appiglio solido che trova la propria forza nella voce di tanti militanti, simpatizzanti e rappresentanti storici, che siamo certi sono la maggioranza del Partito in Calabria, e che così come noi auspicano davvero uno scatto d’orgoglio da parte chi di competenza affinché in questo mare in tempesta si trovi il modo di ricominciare da zero e riprendere la rotta.