Entra in casa armato di un coltello. Il proprietario gli spara, lo ferisce e viene arrestato con l'accusa di tentato omicidio

2017-11-19 21:28:00 cronaca

carabinieri-evidenza3-800x450.jpg

Alle 3 a Caulonia, a seguito di chiamata su utenza del pronto intervento 112, i carabinieri della locale stazione sono intervenuti in via Sant’Antonio 27 ove rinvenivano accasciato sull’asfalto G. L., cl. 89, residente a Caulonia, pregiudicato, con una profonda ferita d’arma da fuoco alla spalla sinistra con una copiosa fuoriuscita di sostanza ematica. Personale del 118 intervenuto sul posto trasportava il malcapitato presso il pronto soccorso di Locri e successivamente presso gli “Ospedali Riuniti di Reggio Calabria” in codice rosso, non in pericolo di vita. Tempestive indagini condotte dal dipendente Norm unitamente alla stazione di Caulonia consentivano di ricostruire la dinamica degli eventi accertando che la vittima alle precedenti 2.40 si recava presso l’abitazione di F. F., cl. 94, incensurato, ubicata in Caulonia in via Scaletta san Biagio n.23 e dopo aver forzato il portone di ingresso si dirigeva verso il piano superiore con in mano un coltello da cucina con il quale colpiva ripetutamente la porta di ingresso alla zona notte ove in quel momento erano presenti, oltre al padre 60enne, la moglie 18enne e i 2 figli, di mesi 18 e 7.

F. F., accortosi delle presenza di un estraneo all’interno della propria abitazione, dopo aver estratto dall’armadio metallico un fucile cal. 12 regolarmente detenuto dal di lui padre, esplodeva in direzione della porta un colpo d’arma da fuoco che, oltrepassandola, attingeva Giuseppe Lucano alla spalla sinistra, mettendolo in fuga.

I primi accertamenti e le perquisizioni consentivano di sottoporre a sequestro fucile ed coltello utilizzati, e trarre in arresto F. F. per tentato omicidio, al momento ristretto presso propria abitazione in attesa udienza di convalida.

 

News collegate