AEROPORTO CROTONE, SICLARI (FI): QUELLA DI OLIVERIO E DEI SINDACI E’ UNA SCELTA INCOSCIENTE E SPROPOSITATA

2018-09-04 20:38:00 politica
9k=
«Sono contento che, il giorno dopo la mia azione politica sul territorio, si siano riuniti il Governatore Oliverio e alcuni sindaci del crotonese per avviare degli incontri per la questione aeroporto, ma per l’ennesima volta non hanno trovato soluzioni o proposte ma iniziative che creano gravissimi ulteriori danni».
Il senatore Marco Siclari, furioso per la decisione presa da nove sindaci di Crotone e dal governatore Oliverio di sottrarre soldi destinati ai cittadini per garantire il volo per Bergamo fino a dicembre, non accetta l’idea che siano loro a sopperire alla latitanza della politica regionale e nazionale.
«È incredibile che, ancora oggi, in Calabria la politica continui a fare proclami rinviando la soluzione reale dei problemi. Sono realmente nauseato dall’assistere al deserto di idee e proposte concrete per la soluzione dei problemi. Solo silenzio e approssimazione, incapacità totale di dare risposte e tutto questo sta portando alla desertificazione della Calabria. Ormai la speranza dei calabresi è andarsene, per studiare, per lavorare, per fare una famiglia e per curarsi. Che speranza vogliamo dare a una terra governata da chi pensa a sottrarre soldi dei cittadini senza alcun motivo? Quello che sta accadendo a Crotone, con il coinvolgimento di alcuni sindaci non solo è di una gravità inaudita, ma, soprattutto, è inverosimile il modo in cui si fa propaganda politica sul futuro del nostro territorio. Come si fa a non comprendere che questo finanziamento indiretto, utile ad alleggerire i costi di Sacal, è illegittimo, sia nel metodo amministrativo che nella sostanza perché sono soldi che stanno sottraendo ai cittadini. Il tutto senza risolvere il problema perché a dicembre, dopo aver sottratto 2 milioni ai cittadini, la situazione si riproporrà. Vorrei capire qual è lo spirito che ha animato quest’iniziativa e se davvero è stata fatta un’analisi prima di prendere un impegno e firmare un documento a scapito dei cittadini. mi domando, inoltre, se questa procedura sia del tutto lecita e consentita. Perché, qualora fosse lecito, ma ho seri dubbi, questi soldi non vengono, invece, destinati alle tantissime famiglie che versano in condizioni di reale bisogno o alle attività commerciali messe in ginocchio dalla crisi economica. È una scelta nauseante che non dovrebbe creare facili entusiasmi ma far riflettere sulla pochezza di molte azioni amministrative inadeguate che spendono risorse per milioni di euro sottratte ai cittadini per un volo che dura 3 mesi. Bisogna dire basta a questo modo vergognoso di amministrare la Calabria. La cosa più grave è il silenzio assordante del M5S che, invece di bussare alla porta del loro stesso ministro per chiedere certezze, fa un incontro insensato con Sacal. Cosa dice il M5S sulla scelta scellerata di questi sindaci?Perché non viene approvata la continuità territoriale per Crotone e Reggio Calabria che io stesso chiederò con interrogazione parlamentare al Ministro? Perché non si portano avanti azioni concrete anziché continuare in questo modus operandi distruttivo?  Se i comuni vogliono tassarsi lo facciano almeno per entrare a far parte del Cda e poter essere protagonisti e non succubi di un’iniziativa che non da alcun valore ai cittadini che rappresenta. Basta distrarre fondi, quella di Crotone è una vergogna inammissibile che spero non coinvolga anche il Sindaco della città Metropolitana», ha concluso il senatore azzurro.

News collegate